Foresteria Monasterio de Poio | H*

In una delle più incantevoli zone di Galizia, a 4 km da Pontevedra, lungo il Cammino Portoghese ed al centro delle Rías Baixas, si erge l’antico Monastero di San Juan de Poio, abbracciato da due corsi d’acqua che sfociano direttamente nella costa di Pontevedra e difeso dal vento del nord grazie al monte Castrove. Questo luogo è un regalo per lo spirito e permette di contemplare ed ammirare lo splendido paesaggio che si estende fino alla costa.

Accanto all’antico Monastero, abitato da monaci mercedari, si trova la Foresteria del Monastero. Un edificio edificato nel 1959 ed abilitato a Foresteria nel luglio del 1972. La sua architettura è simile a quella del Monastero: con due chiostri paralleli, numerose ed ampie sale e la cappella.

A partire dalla sua inaugurazione, la Foresteria del Monastero, date le sue caratteristiche ed eccellenti condizioni, ha accolto attività di tipo culturale, artistico, ludico: la Escola de canteiros, la Escuela Universitaria de Restauración de Bienes Culturales y Artísticos, i Corsi Estivi Superiori di Galizia (Universidad Internacional del Atlántico), congressi, riunioni, ritiri, assemblee, incontri di musica ed esposizioni.

La vicinanza con il Portogallo, Vigo, Santiago de Compostela ed altre città nelle Rias Baixas fanno sì che la Foresteria del Monastero possieda una condizione turistica eccellente.

A tutti coloro che oggi vivono “confusi da tanto rumore, tanto tumulto, tante voci della nostra rumorosa ed agitata vita moderna”, la Foresteria del Monasterio offre un luogo di calma e riposo.

Servizi della foresteria:

  • Reception.
  • Sale con TV.
  • Wifi gratuito in tutta la foresteria.
  • Entrata gratuita al Museo per gli ospiti.
  • Ristorante.
  • Caffetteria.
  • Disco–Pub.
  • Parcheggio esterno.
  • Lavanderia.
  • Riscaldamento ed aria condizionata
  • Ascensore.
  • Accesibile a persone con mobilità ridotta.
  • Cappella.
  • Cassaforte.
  • Giardino.

Servizi nelle camere:

  • 206 camere doppie, triple, individuali e adattate.
  • Riscaldamento ed aria condizionata.
  • Telefono
  • Tavolo.
  • Stanza da bagno: vasca o doccia, lavandino, asciugacapelli.
  • WIFI gratuito.

Le origini del Monastero sono a tutt’oggi sconosciute. Si attribuisce la fondazione a San Fructuoso, il gran legislatore dei monaci nella Spagna del VII secolo.

In uno scritto dell’anno 942 troviamo il Monastero de San Juan de Poio pienamente organizzato, seguendo la Regola di San Benito. Da quando i monaci benedettini si stabiliscono a Poio si notano le tracce storiche lasciate nella vita e nelle pietre della località.

Le donazioni ed i privilegi dei re nei secoli X-XII fanno aumentare l’estensione del Monastero, esentato dalle giurisdizioni reali ed ecclesiastiche.

Alla fine del XIV secolo, il Monastero si trovava in uno stato di decadenza dovuto al lassismo della vita monastica e dalla mala amministrazione degli abati. Era urgente una riforma.

La riforma arriva con la incorporazione del Monastero del Poio alla Congregazione Benedettina di Valladolid, per mezzo della bolla di papa Paolo III del 18 marzo 1547.

A partire da questo momento inizia l’apogeo della abbazia del Poio. La cui influenza si estende per tutta la provincia.

Primo, creando, al tempo di Carlo V, il Collegio di Teologia.

Secondo, trasformando il Monastero in Casa di Raccoglimento, per vivere una vita più austera ed osservare la regola senza sfumature. Questo periodo dura dal 1592 al 1613.

Terzo, nel 1613 il capitolo generale benedettino decide di stabilire un nuovo collegio, chiamato Colegio de Pasantes, che durerà fino ai giorni della esclaustrazione, nel 1835.

Con la esclaustrazione, il monastero venne utilizzato come alloggio del parroco, scuola, casa concistorale, tribunale ed altri usi.

Nel 1890 i Religiosi Mercedari, che dal 1881 abitavano il monastero di Santa Maria de Conxo a Santiago de Compostela, abilitato poi ad ospedale psichiatrico, arrivarono al Monastero del Poio che all’epoca era per la maggior parte in rovina.

I religiosi mercedari lo restaurano e lo trasformano in un centro di spiritualità, apostolato, cultura ed arte. È casa di formazione per i candidati alla vita religiosa mercedaria e Seminario Maggiore dove si realizzano gli studi di filosofia e teologia.

Nel 1960 si creò una Scuola di mosaici del pittore e mosaicista ceco Antonio Machourek, e, nel 1979 la Dirección Provincial del Ministerio de Cultura di Pontevedra diede vita alla Scuola dei Cantori.

Nel 1959 si dovette costruire l’edificio che attualmente è destinato alla Foresteria del Monastero.

Chiostro delle Processioni:

Pochi chiostri conventuali in Galizia presentano un aspetto più finito e perfetto. Gli architetti furono Juan Ruiz de Pamanes e Mateo López. Nelle mura ovest, nord ed est si può leggere l’iscrizione: Facta – Anno - 1600. Il piastrellato è dell’anno 1612.

Sotto le volte si può ammirare il grazioso gioco di archi con cinque chiavi e le travi a sbalzo in cui si ammirano bellissime sculture di teste di cavalieri, santi, vescovi, dame ecc… Quattro polene agli angoli interni del claustro. Nei quattro angoli si trovano i medaglioni in bassorilievo di Giovanni Battista, Giovanni Evangelista, San Giacomo e San Benito.

Dal giardino, al cui centro si erge la fonte, il chiostro appare più severo con i suoi pilastri di volute ioniche e pinnacolo terminale in ogniuna. Nell’ala nord si possono ammirare tre orologi Solari.

La fonte del chiostro continua, dopo tanti secoli, a rallegrare con la sinfonía dell’acqua il silenzio della vita monacale.

Costituita da un bellissimo rubinetto con quattro getti d’acqua ed una vasca circolare, che raccoglie l’acqua che cade e da lì nel pilone circolare. L’acqua della fonte viene da un luogo piuttosto distante dal monastero. Gli antichi monaci la portavano direttamente dalle condutture di pietra.

  • Il Chiostro - Foresteria Monasterio de Poio
  • Il Chiostro - Foresteria Monasterio de Poio
  • Il Chiostro - Foresteria Monasterio de Poio

L’edificazione della Chiesa inizió alla fine del XVI secolo e terminó all’inizio del XVIII secolo. L’abate di Poio, frate Benito López Sedano (1721-1724) ultimò i lavori.

Si rimane piacevolmente impressionati dalla perfetta proporzione tra altezza e longitudine delle differenti parti della Chiesa. Di fatto è stato realizzato un insieme classico ed arioso, con panche lavorate ad arte con sfumature barocche che le conferiscono particolare bellezza.

La chiesa è di pianta rettangolare; con una grande nave con cappelle laterali.

Nella prima parte, quando si entra, si ammira una volta quasi piana ed un arco di tre centri che sostiene il coro alto. Le cappelle laterali, coperte dalla volta a botte, si aprono alla navata mediante archi di mezzo centro. In cima si trovano le balaustre del coro.

La parte centrale è coperta da una volta a crociera con una decorazione floreale in cui risalta il fiorone della chiave centrale attorno al quale si trova la seguente iscrizione: Año de 1708 – Reinando – Phelipe – Quinto (Regnando Felipe V).

La cappella maggiore è divisa in due parti. La prima con volta a crociera senza decorazione e la seconda, in cui si trova l’altare maggiore, con volta a botte con cassettoni in evidenza.

Il pannello dell’altare maggiore è opera di Bernardo Cabrera, intagliatore del XVII secolo, a cui venne commissionata nel 1631. In stile barocco ed in legno intagliato e dorato. La parte inferiore del pannello si divide in tre parti con quattro colonne salomoniche. Presenta al centro l’immagine della Vergine della Mercè, con al lato destro San Giacomo ed al lato sinistro Sant’ Andrea. Nella parte superiore risalta l’immagine di San Giovanni, titolare della Chiesa, con alla sua destra San Serapio e alla sua sinistra San Pedro Armengol, entrambi santi mercedari. A coronare il pannello si può ammirare un Cristo in dimensioni umane e, in cima, il Padre Eterno.

Il pavimento della chiesa corrisponde a sepolture pubbliche, iniziate il 16 luglio 1776.

Nell’anno 1692 l’architetto Pedro de Monteagudo edificò la facciata della Chiesa formata da due parti. La prima, con quattro colonne doriche su plinti, porta centrale decorata con motivi di frutta, tipico del barocco, presenta tre nicchie con San Giovanni Battista, San Giacomo e Sant’Andrea. La seconda con quattro colonne corinzie ed il gran ventaglio del coro, nella cui sommità poggia lo scudo e la corona simbolo della Spagna. Gli oculi che si aprono alla facciata sono i lucernai della scalinata che sale verso le torri, in stile barocco e decorati con balconcini, obelischi e pilastri.

Le sculture di San Giovanni Battista e Sant’ Andrea, sono opera degli scultori Ignacio e Benito Douteiro, sconoscuti fino ad ora dalla bibliografia specializzata.

  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio
  • Chiesa - Foresteria Monasterio de Poio

La Cappella del Cristo:

Si crede che sia stata l’antica sacrestia del periodo gotico, come si può intuire dalla croce ogivale della sua volta. In una pietra posta in alto si può leggere: 1.556 M. IVL., che indica la data di costruzione.

Lo spazio centrale della pala d’altare, chiuso in una nicchia con arco a tre centri, è riempito dalle immagini di Cristo, la madre di Gesù e Giovanni Evangelista. Nelle parti laterali si possono ammirare quattro medaglioni in legno in taglie policrome con scene della Passione in bassorilievo. In cima all’arco e sostenuta da due angeli, una straordinaria rappresentazione dell’Ultima Cena che completa con successo il simbolismo e la rappresentazione storica della Passione del Salvatore: i frontali sono in cuoio di Córdoba, dorati a fuoco.

Nella cappella si trova un sarcofago visigoto (VIII secolo) che l’Abate Generale Benedettino P. Alonso del Corral fece trasferire dalla Cappela di San Martiño, dove si trovava, alla Cappella del Cristo. La tradizione lo considera come il sepolcro di Santa Trahamunda, la cui immagine si trova nella Cappella. Si può altresì ammirare la magnifica taglia della Vergine della Valvanera.

  • Cappella - Foresteria Monasterio de Poio
  • Cappella - Foresteria Monasterio de Poio
  • Cappella - Foresteria Monasterio de Poio
  • Cappella - Foresteria Monasterio de Poio

Mosaico del Cammino di Santiago:

L’abate fr. Mauro Salcedo (1747-1749) fu colui che terminò di costruire il Claustro “do Cruceiro” detto anche Claustro degli aranci, più ampio del Claustro delle Processioni. I suoi pilastri, di elegante barocco, che si aprono tra gli archi a tre centri, sostengono livelli con molte finestre.

In questo claustro si trova il mosaico del Cammino di Santiago. Fu disegnato dall’artista ceco Antonio Machourek e realizzato dal P. Laureano García Sanmillán, direttore della Scuola di Mosaici. Il mosaico fu iniziato il 12 ottobre del 1989 e si terminò nell’agosto del 1992. Al centro di questo chiostro si trova un crocifisso datato 1731: al lato contrario della immagine di cristo Crocifisso si trova l’immagine di Maria Vergine, sotto l’appellativo di “Nuestra Señora del Socorro”.

Questo mosaico del Cammino di Santiago è un’opera di proporzioni monumentali, 2,60 metri di altezza per 80 metri di larghezza. Il mosaico rappresenta alle diverse classi sociali di Pellegrini che, pasando per distinte città, camminano da Parigi a Santiago de Compostela. Sono rappresentati i moumenti ed i simboli che rappresentano le due città.

Quest’opera di grande valore spirituale ed artistico è di una forza grandiosa, con le sue immagini sicure e vive, frutto di una maestria senza pari. I Pellegrini offrono ricchezza e varietà seppur nell’uniformità dei loro vestiti da pellegrino, non cadono nella monotonia. La lungha frangia della base è decorata da flora e fauna e dalle figure dello zodiaco che indicano i mesi.

  • Mosaico - Foresteria Monasterio de Poio
  • Mosaico - Foresteria Monasterio de Poio
  • Mosaico - Foresteria Monasterio de Poio
  • Mosaico - Foresteria Monasterio de Poio

Con l’aiuto del Patrimonio Artístico Nacional del Ministero della Cultura Spagnolo sono state restaurate alcune sale al pian terreno del monastero nel biennio 1980-1981 con il fine di installare un museo per presentare al pubblico quadri ed oggetti di valore artistico del monastero.

Il museo è formato da tre sale:

  • Sala de la “Merced”: Dedicata totalmente alla storia, opere social e culturali dell’Ordine della Mercede.
  • Sala principale: In questa sala vengono realizzate delle esposizioni che cambiano ogni anno o ogni due anni.
  • Sala de Exposiciones: Ogni anno il monastero realizza una esposizione di artisti consacrati o emergenti.
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio
  • Museo - Foresteria Monasterio de Poio

Il monastero possiede una biblioteca con migliaia di volumi: un bagaglio culturale dal valore immenso. La realizzazione di questa biblioteca è durata molti anni. Iniziò con i fondi bibliografici provenienti dal convento mercedario di Santa María de Conxo, a Santiago de Compostela e dalle opere benedettine.

Il volume delle opere si incrementò con il tempo attraveso donazioni e contributi dei religiosi mercedari. Una menzione particolare va al Padre Emilio Silva de Castro, che consegnò, dal Brasile, migliaia di libri; ed al sacerdote D. Antonio Rey Soto, proveniente dalla città di Orense, che donò la sua ricca bibloteca.

L’8 agosto del 1978 venne firmato in accordo tra il Ministero dela Cultura e la Comunità Mercedaria del Monastero del Poio per aprire la Biblioteca al servizio di studenti e ricercatori.

Dall’8 marzo 2008, grazie ad un accordo tra il Consiglio della Cultura e Sport della Giunta di Galizia la biblioteca è integrata nella Rete delle Biblioteche della Galizia.

  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio
  • Biblioteca - Foresteria Monasterio de Poio

Camera singola

Composta da un letto, telefono, tavolo, riscaldamento, aria condizionata, sala da bagno con vasca, asciugacapelli e WIFI.

Camera doppia

Composta da due letti o un matrimoniale, telefono, tavolo, riscaldamenti, aria condizionata, sala da bagno con vasca, asciugacapelli e WIFI.

Camera tripla

Composta da tre letti individuali, telefono, tavolo, riscaldamenti, aria condizionata e sala da bagno con vasca, asciugacapelli e WIFI.

Camere adattate per diversamente abili

Composta da due letti o un letto matrimoniale, telefono, tavolo, riscaldamenti, aria condizionata, sala da bagno con vasca, asciugacapelli e WIFI.

Ristaurante

Nel nostro ristorante potrai degustare le migliori varietà di pesce, frutti di mare e carni della zona delle Rías Baixas. Per i clienti che non alloggiano nella foresteria e per gruppi è necessaria prenotazione.

  • Capienza: Oltre 250 commensali
  • Distribuzione nei tavoli: De 4 a 5 persone
  • Prezzo: a partire da 12€ a persona

Sala Cerimonie

  • Capienza: 350 persone

Sale Riunioni

Servizio riunioni: megafonia, proiettore, servizio caffè, hostess.

  • Sala I
  • Capienza: 25 persone
  • Dimensioni: 40 m2
  • Sala II
  • Capienza: 25 persone
  • Dimensioni: 40 m2
  • Sala III
  • Capienza: 90 persone
  • Dimensioni: 107 m2
  • Sala IV
  • Capienza: 80 persone
  • Dimensioni: 103 m2
  • Sala VI
  • Capienza: 70 persone
  • Dimensioni: 80 m2
  • Sala VII
  • Capienza: 30 persone
  • Dimensioni: 66 m2
  • Sala VIII
  • Capienza: 55 persone
  • Dimensioni: 76 m2
  • Sala IX
  • Capienza: 25 persone
  • Dimensioni: 40 m2
  • Sala X
  • Capienza: 25 persone
  • Dimensioni: 40 m2
  • Sala XI
  • Capienza: 30 persone
  • Dimensioni: 403 m2
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)
  • Foresteria Monasterio de Poio (Pontevedra)

A che ora posso entrare in camera?
Check In: Si può accedere alla foresteria a partire dalle 12:00.
Check Out: E’ necessario lasciare libera la camera prima delle 12:00, se ti occorre più tempo, consultaci.

Qual’è l’orario della reception? Dalle 06:00 alle 24:00. 

E’ necessario prenotare anticipatamente? Non è necessario però è consigliabile per garantire la tua prenotazione.

In che modo posso prenotare prima del mio arrivo?.

  • Tramite la web con un sistema di prenotazione on-line.
  • Puoi inviarci una e-mail a: poio@hospederiasdegalicia.com
  • O chiamandoci al +34 986 770 000. Per prenotazioni telefoniche è necessaria la carta di credito per garantire la prenotazione.

Che tipo di camere ci sono? Disponiamo di stanze singole, doppie o triple, tutte con bagno privato con vasca, lavandino ed asciugacapelli + info

Cosa sucede in caso di annullamento o modifiche della prenotazione? Se cancelli o modifichi la prenotazione con più di 24 ore di anticipo dal tuo arrivo, non ci sono costi. Se cancelli con meno di 24 ore dal tuo arrivo o non ti presenti (no show), il costo è pari all’importo totale della prima nota di alloggio.

Si possono fare riserve per gruppi? Si, iniviaci una richiesta tramite il seguente formulario o chiamaci al +34 981 568 521 e risponderemo il prima possibile.
Inoltre abbiamo un’offerta per gruppi in cui sono incluse visite ed escursioni + info

E’ possibile prenotare pranzi o cene per gruppi? Si, abbiamo un ristorante con capienza per 150 persone e vari menù a prezzi convenienti.

Ci sono prezzi speciali per soggiorni più lunghi? Si, dipendendo dalla stagione e dalla durata del soggiorno disponiamo di tariffe speciali.

E’ possibile fumare nella foresteria? No.

Sono ammessi animali? No.

Posso prenotare un’escursione? Si, chiedi al personale di reception, potrai godere al meglio del tuo soggiorno + info

Per gruppi di oltre 25 persone compila il seguente formulario e ti risponderemo il prima possibile.
Telefono ufficio gruppi: +34 981 56 85 21
Email: poio@hospederiasdegalicia.com

  • Soggiorno e Colazione
  • Mezza Pensione
  • Pensione Completa
  • Telefono per prenotazioni individuali: +34 986 770 000
  • Telefono per prenotazione gruppi (> 25 pax): +34 981 568 521
  • Fax: +34 981 576 951
  • Skype: usuario:
  • Email: poio@hospederiasdegalicia.com
  • Indirizzo: Hospedería Monasterio de Poio
    Plaza Convento 2
    36995 Poio.
    Pontevedra, España.
  • Coordinate: 42.446768, -8.684977‎
  • Come arrivare

Per contattarci, compila il seguente formulario e ti risponderemo il prima possibile.

Chi siamo / Lavora con noi | © Tutti i diritti riservati | Avviso Legale | Sviluppo Gruppo Promedia